Atiartisticu

Artigianato sardo.
I nostri manufatti vengono realizzati incidendo una particolare
pietra locale impiegata sin dall'antichità nell'edilizia.

Cenere vulcanica pietrificata, nei suoi colori naturali dal rosso al giallo, passando per il grigio verde fino al viola. Oggi come da millenni un pregiato materiale edile. 
Questa viene chiamata “trachite“ dal greco “trachys”, ruvida;è una roccia magmatica effusiva la cui colorazione varia in base ai pigmenti contenuti nella roccia e al luogo di estrazione. Il tetto nasce dalle spaccature presenti nella roccia: durante il taglio dalla roccia madre, queste spaccature dividono le lastre o i blocchi in due, dando origine al “tetto”. Il colore del tetto è dato da ossidazioni della superficie della roccia, che nelle spaccature è stata a contatto con l'acqua e l'aria. L'inclinazione varia secondo della posizione della spaccatura rispetto al taglio di estrazione. Nell'isola questo materiale venne estratto in diverse località sparse sul territorio, ma solo alcune cave sono ancora in attività poiché molte sono state abbandonate lungo il corso dei secoli. Gli inserti sono ideati nel nostro laboratorio orafo e fatti realizzare con la tecnica della micro-fusione, utilizzando argento 925. Le porte sono il risultato di una accurata cesellatura di lamine d'argento 925 realizzate direttamente nel nostro laboratorio.  

Ognuno di questi manufatti porta in sè il fascino della creatività del Mediterraneo. 

Il laboratorio Atiartisticu, nasce dall'esperienza di una coppia di artisti-orafi tedeschi, trasferiti nei primi anni 80 a Narbolia ,sulla costa occidentale. Dal 2005 la ditta è passata nelle mani del figlio Loewe Leander Lukas.